BENVENUTI SE SIETE ARRIVATI SU QUESTO SITO O E’ PERCHE’ AVETE DEI PROBLEMI ENERGETICI O E’ PERCHE’ VOLETE EVITARE DI AVERNE.

SE AVETE DEI PROBLEMI LA SOLUZIONE POTREBBE ANCHE ESSERE SEMPLICE

cassaclimaticaitaliana.com

Prodotto sottoposto a tutela di Brevetto depositato in data 12-05-2014 n. V12014A000126

VISUALIZZA ATTESTATO DI BREVETTO

scarica pdf di questa

presentazione

 

Il Sistema “K Ponte Termico 0” è un monoblocco isolato con la funzione di coibentare il contorno finestra/portafinestra /vetrata/portoncino.    

Il Sistema “K Ponte Termico 0” è la concretizzazione dello studio volto a risolvere il problema del ponte termico del contorno finestra indotto dall’utilizzo di materiali diversi nelle molteplici fasi della lavorazione che tendono a creare una sommatoria di errori. Il Sistema utilizza un unico materiale, l’EPS 150, che, opportunamente sagomato su misura del foro e del serramento, garantisce la corretta posa del serramento.

L’esempio della foto 1 mostra come si presenta il prodotto pronto per essere installato.

 

Qualora sia necessario garantire elevate prestazioni acustiche, il sistema viene fornito accoppiando lana di roccia (foto 2)

 

o fibra di legno (foto 3) nel contorno della spalla.

 

 

Inoltre con l’abbinamento di calciosilicato (foto 4), viene garantita resistenza al fuoco proporzionale allo spessore installato.

 

Il sistema “K Ponte Termico 0” viene realizzato incollando, con speciali collanti poliuretanici ad altissima resistenza, i vari componenti (sotto-bancale, spalla e architrave) rendendolo stabile per la successiva installazione. Nella versione resistente al fuoco gli accoppiaggi vengo effettuati con collanti a tenuta al fuoco.

“K Ponte Termico 0” viene costruita curando i dettagli per la realizzazione delle successive fasi di lavorazione nella costruzione della casa. Ad esempio la versione standard presenta un dentello per favorire la successiva intonacatura senza aggiunta di paraspigoli (vedi foto 5) con misure variabili da 1 a 2 cm. in funzione della tipologia di costruzione (nuova o ristrutturazione).

La lavorazione della sede del serramento viene eseguita su misura del telaio che dovrà essere installato e pertanto con misure variabili.

 

Sul lato esterno viene evidenziato il punto di delimitazione dell’intonaco e lo spazio per la stesa del collante nella posa del cappotto (vedi foto 6) che consente di accostare perfettamente la superficie del cappotto alla superficie di “K Ponte Termico 0” nel contorno finestra.

 

Il sotto-bancale è fornito di un taglio termico (vedi foto 7) inserito nel componente senza alcuna connessione applicata e pertanto senza fissaggio con viti , garantendo, appunto, un “ponte termico 0”.

Il dentello porta-intonaco inferiore è stato studiato per ridurre al minimo le dispersioni nel punto più stretto e delicato del sistema, garantendo la linearità delle Isoterme e una temperatura superficiale elevata.

 

La versatilità di “K Ponte Termico 0” è altissima. Nella spalla e nell’architrave possono essere incassati tutti i tipi di accessori possibili, limitatamente allo spessore della muratura. Ad esempio è stata presentata alla fiera di PADOVA “Casa su misura” del 6-12 ott. 2014 una soluzione per incassare su una spalla dello spessore di 26 cm. di muratura con cappotto da 10 cm. per un totale di 39 cm. oltre al serramento in legno U: 1,30 W/mqK , la guida della zanzaliera incassata, la guida dell’inferriata incassata e l’incasso del balcone alla “padovana” (con anta ripiegabile sull’esterno) (vedi foto 9).

 

 

 

Questo sistema permette di installare l’inferriata apribile all’interno della spalla (tra finestra e balcone) nascondendo la sua presenza con balcone chiuso (vedi foto 9b).

 

Per garantire la tenuta all’aria del serramento con tapparella, i progettisti hanno finora optato per  sistemi ispezionabili dall’esterno, siano essi da sotto la tavoletta che nasconde la tapparella alla vista,  siano essi con ispezione dall’esterno dei cassonetti. Queste soluzioni, ormai in commercio da molti anni, potrebbero essere agevoli per un serramento installato al piano terra, mentre non sono sicuramente funzionali per installazioni ai piani più alti costringendo i manutentori ad agire muniti di piattaforme elevatrici.

 

Lo staff tecnico di “K Ponte Termico 0” ha avviato lo studio principale sul sistema cassonetto (foto 10) ispezionabile dall’interno che garantisce la continuità dell’isolamento nel contorno cassonetto in modo uniforme, senza  restringimenti delle sezioni, garantendo pertanto la continuità delle isoterme nei delicati punti di cambio di linea e soprattutto nel punto di contatto con il solaio. La simulazione con programma ad elementi finiti dimostra che tale soluzione è funzionale anche nelle murature con spessori ridotti (muratura sp. cm. 20 - vedi foto 10b).

 

 

      

Tale sistema permette di garantire la tenuta all’aria grazie all’inserimento di dentelli su cui far appoggiare l’isolante, anch’esso opportunamente sagomato, che fungerà da chiusura del cassonetto. Sulla chiusura è previsto l’inserimento di un sistema di doppie guarnizioni che garantiscono la tenta all’aria (vedi foto 10c).

Il sistema “K Ponte termico 0” è particolarmente versatile soprattutto nelle ristrutturazioni; infatti, come si può vedere anche nella foto 11, permette l’inserimento di elementi in ferro a “T” portanti calcolati per supportare la muratura superiore.

 

Inoltre, grazie all’ausilio di elementi, forniti col sistema, può essere utilizzato l’elemento cassonetto in fase di posa dei travetti, puntellazione e getto di un solaio, garantendo con la sponda cassero isolata la tenuta statica verticale (vedi foto 12).

 

 

 

Il sistema “K Ponte Termico 0” viene avviato alla produzione solamente dopo la verifica delle isoterme, le quali devono garantire una temperatura superficiale sufficiente ad evitare la formazione di muffa e condensa. L’elaborazione viene fatta simulando, a temperatura minima costante, la presenza di umidità relativa pari al 65%.

 

 

Il sistema prevede altresì la fornitura degli elementi per la sua posa in opera; i fissaggi (elica 65 per l’ancoraggio di viti leggere ed elica 95 per l’ancoraggio di serramenti) sono stati scelti per l’utilizzo con appositi collanti che rendono solidale l’unione degli elementi (vedi foto 13) con una eccezionale tenuta (fino a 40Kg/fissaggio su EPS 150).

 

 

Sono disponibili anche ancoraggi di sicurezza, per serramenti di notevoli dimensioni, aggiungendo barre in acciaio da inghisare sulla muratura dotate di taglio termico e filetto metrico M8-M10. Inoltre è stato costruito un elemento stratificato (STRATI-K) isolato da installare sulla parte esterna di “K Ponte Termico 0” per il fissaggio dei cardini dei sistemi oscuranti ad anta pesante (balconi) che permette l’aggancio alternato su due delle tre coste portanti. Viene realizzato per spessori minimi di 8 cm.

 

 

Infine il sistema “K Ponte Termico 0” analizza le dispersioni indotte dal ponte termico geometrico della spalla mediante un software il quale restituisce lo Ψ (psi) in base allo spessore di isolamento, al materiale di cui è composta la muratura, alla tipologia e allo spessore del telaio del serramento e allo spessore del marmo di bancale.

In questo modo calcola il valore di dispersione laterale sommandolo al valore totale di dispersione del sistema comprendendo perciò anche il serramento su cui è installato.

E’ stato verificato che con spalla isolata di cm. 8 il sistema restituisce il medesimo valore U del serramento aggiungendo la dispersione di installazione.

 

 

Con spessori di isolamento superiori il sistema migliora le prestazioni del serramento fino al 50%; questo significa che solo aggiungendo “K Ponte Termico 0” alla tua abitazione riusciamo a migliorarne l’efficienza energetica complessiva aumentandola di una classe energetica.

Un fabbricato progettato in classe energetica “A” può diventare una classe “A+”, una classe progettuale “A+” può diventare una classe “A gold” ,ecc.

Il sistema è fortemente indicato per realizzazioni di case passive con sistema tradizionale in muratura.

La certificazione della trasmittanza viene pertanto prodotta, con serramenti di partners qualificati nella posa, seguendo questo sistema. In alternativa viene prodotta la certificazione tradizionale del sistema “K Ponte Termico 0” con indicazione dei valori di dispersione longitudinale (U: W/mqK) e laterale (Ψ:W/mK)

Il sistema “K Ponte Termico 0” è adattabile a soluzioni costruttive prefabbricate.

scarica pdf di questa

presentazione

TORNA ALLA HOME